Il 10 dicembre si è conclusa la prima fase del Bilancio Partecipativo 2017-18, la fase della Proposta e del Supporto: nel corso di due mesi cittadini e city users hanno potuto avanzare proposte di opere pubbliche per la città e sostenere quelle pubblicate. Dall'11 dicembre è in corso la fase di valutazione tecnica e progettazione, che proseguirà fino alla fine di febbraio 2018.

Come sono stilate le classifiche?

Le proposte sono ordinate in base al numero di supporti ricevuti, in classifiche divise per ciascuno dei 9 Municipi. A partire dall’11 dicembre è pubblicato sul sito il numero di supporti ricevuto da ciascuna proposta.

Quali proposte sono ammesse alla seconda fase?

E’ ammesso alla seconda fase di valutazione e progettazione un numero variabile di proposte che, seguendo la classifica di ogni Municipio, raggiungono una spesa di 1 Milione di Euro calcolata sul budget minimo indicato nella proposta. In pratica, viene fatta la somma del budget minimo della prima prima proposta classificata, con quello della seconda e via così, fino ad arrivare alla cifra di 1 Milione. In ciascuno dei 9 Municipi passano quindi alla fase di valutazione e progettazione un minimo di 2 proposte (da 500 mila Euro l'una) e un massimo di 10 (da 100 mila Euro).

Cosa succede alle proposte non ammesse?

Sempre seguendo la classifica di ciascun Municipio, alcune delle proposte non ammesse alla seconda fase potrebbero essere ripescate qualora alcune tra quelle inizialmente ammesse si rivelassero non fattibili durante gli approfondimenti che saranno svolti durante la valutazione e progettazione.

Cosa devi fare se la tua proposta è ammessa alla seconda fase?

Sarai contattato dall’amministrazione per coordinare il lavoro di co-progettazione sulla tua proposta. Condividi gli sviluppi di questa fase con la tua comunità e coinvolgi anche chi si è impegnato nelle proposte non ammesse.