Velodromo Vigorelli: casa della cultura ciclistica e sportiva

3 settimane fa
|
Municipio 8
Uno spazio condiviso e attrezzato in logica co-working, per associazioni sportive e di promozione sociale. Obiettivo di tale aggregazione di intelligenze e competenze: la ri-generazione dello storico impianto con iniziative di sport per tutti, orientate ad una forte ricaduta sociale di quartiere. Acquisto di bici-scuola per girare in pista, ma anche per educazione fisica, all'uso della strada e alla nuova mobilità urbana. Oltre alla bici e il football americano, il gioco delle bocce (per nonni e nipoti), incontri culturali o musicali, una biblioteca dello sport...rimettiamolo in pista!
supporti 144
In valutazione

avatar Paolo Tagliacarne

  • Budget Richiesto
  • Minimo:140.000 €
  • Massimo:440.000 €

Descrizione dettagliata

L'impianto sta rinascendo ancora una volta. Perchè non ricada nell'oblio è fondamentale che ci sia una "intelligenza" con competenze specifiche in grado di guidare il suo utilizzo in logice di sostenibilità economica. E in questo la pista e la bicicletta da sole non bastano. Recuperiamo, non solo a parole, il vero valore sociale dello sport e mettiamo in pratica questo fondamentale concetto.

E' un impianto ricco di storia, ancora utile per allenamenti ciclistici non solo amatoriali. Conosciuto nel mondo. La bicicletta, la sua cultura, la sua tradizione italiana sta attraversando un importante momento di favore. Qualunque essa sia, dalla fissa alla bmx, dalla strada alla gravel. Ma da sola non basta per tenere in piedi un impianto come questo. Allora usiamo lo spazio in modo anche non convenzionale. Estendiamo la ri-generazione della ex fiera campionaria, ora CityLife anche all'impianto contro la cui distruzione più volte si è mossa la pubblica opinione.

Può nascere un nuovo polo o distretto tra sport per tutti e cultura tra la nuova residenzialità di CityLife, il rinato Palazzo delle Scintille (dove a Milano si organizzavano le storiche 6giorni ciclistiche, e non al Vigo come troppo spesso si sente dire). La futura presenza di un parco tematico dedicato alle bmx. Un luogo di ritrovo e organizzazione di attività tra sport, cultura e intrattenimento di quartiere.