CA.SA CAnonica SArpi: sviluppo delle potenzialità del quartiere

3 settimane fa
|
Municipio 1
Ogni quartiere è un organismo; quello di Canonica-Sarpi-Bramante si sta trasformando molto rapidamente. I bisogni delle persone che ci abitano, e che ci abiteranno, possono essere soddisfatti solo se gli spazi comuni sono vivibili, sono casa. Nelle nostre case ci rilassiamo, liberiamo la curiosità e ci sentiamo sicuri. Il progetto propone 13 interventi che si sviluppano lungo tre direttrici, che si incontrano e si accrescono a vicenda: sviluppare nuovi luoghi di pausa, aumentare i luoghi di conoscenza e garantire ulteriori luoghi di sicurezza.
supporti 209
In valutazione

avatar Guido Mozzanica

  • Budget Richiesto
  • Minimo:350.000 €
  • Massimo:400.000 €

Descrizione dettagliata

Luoghi di sicurezza: riqualificazione piazzetta Cesariano, sostituzione/aumento stalli bici, inserimento archetti in Montello, miglioramento segnaletica limiti di velocità e aree pedonali, messa in sicurezza incroci pedonale/carrabile.

Luoghi di pausa: nuove panchine, sistemazione aiuole Sarpi, riqualificazione Montello.

Luoghi di conoscenza: cestini raccolta differenziata, sistemazione piazza Morselli e utilizzo sedute ispirate al Mahjong, QR code per punti di interesse e botteghe storiche, segnali di orientamento verso punti di interesse e mezzi pubblici, percorsi pedonali per bambini.

Il quartiere Canonica Sarpi-Bramante, antico Borgo degli Ortolani, è un quartiere multietnico e vivo, che attrae una grande quantità di visitatori: è una zona centrale, accessibile e a misura d’uomo, vicina a diversi punti di interesse.

E’ importante evidenziarne l’unicità come punto nevralgico nella città che cambia: il quartiere ha la peculiarità di essere un luogo di incontro di varie culture ed è nei luoghi di confronto che avviene la crescita.

Un luogo da visitare e conoscere, con un grande potenziale da liberare mediante alcune semplici migliorie.

  • Messa in sicurezza dei punti critici di attraversamento
  • Interventi a favore di pedoni e ciclisti
  • Miglioramento dell’immagine del quartiere
  • Sicurezza per adulti e bambini (autonomia e socialità)
  • Maggiore senso di appartenenza al quartiere
  • Biodiversità, verde: coinvolgimento del quartiere
  • Potenziamento dell’arredo urbano
  • Facilitazione del movimento delle persone con disabilità motorie
  • Lettura braille per persone ipovedenti
  • Interazione con il progetto Pedibus promosso dal Comune di Milano
  • Promozione della cultura della differenziata
  • Orientamento e conoscenza del quartiere

Allegati (2)

CA.SA_dettaglio progetto.pdf

Video presentazione proposta